Cerca
  • Massimiliano Mercurio

IL MISTERO DELLA CIRCOLARE 49/2020

In data 30/12/2020 sul sito di ADM è stata ripubblicata la circolare 49/2020.



Avevamo già dato conto della stessa nota, pubblicata in data 18/12/2020 con prot. 466464/RU, che riportava l'Allegato per la richiesta "semplificata" dell'autorizzazione ad operare presso "luogo approvato".


Il nuovo testo della nota (reperibile al link Microsoft Word - Circolare 49 (adm.gov.it) ), datata 30/12/2020, ha modificato il capo I "FACILITAZIONI OPERATIVE ", riscrivendo il punto 2 (rinominandolo "PROVE DELL’ORIGINE PREFERENZIALE") e introducendo il punto 3 ("AUTORIZZAZIONI ALLA PROCEDURA DEL LUOGO APPROVATO ALL’EXPORT", che nella precedente versione era il punto 2). Si è pertanto aggiunto il chiarimento sulla modalità di attestazione dell'origine preferenziale, che si prevede poter apporre in fattura con l'identificativo REX e, nelle eventuali more di attribuzione dello stesso, con l'indicazione del codice EORI dell'esportatore.


Peccato che la nuova versione della circolare riporti (a questo link: Agenzia delle dogane e dei Monopoli - [495536 del 30/12/2020] - Circolare n. 49 - Procedure di esportazione di merci da Uffici doganali nazionali – Facilitazioni e indicazioni operative in vista della Brexit. Testo consolidato - Circolari (adm.gov.it) ) l'allegato per il testo della dichiarazione di origine, ma sia scomparso l'allegato per l'autocertificazione con il quale l’operatore indica la motivazione a base della richiesta e certifica, ai sensi degli articoli 47, 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, la veridicità delle dichiarazioni rese sullo stato dei luoghi da autorizzare, ancorché lo stesso sia citato a pag. 5 della nota riscritta e datata 30/12/2020.

Confidiamo che ADM si accorga del "refuso" e renda disponibile nuovamente l'allegato ... scomparso.

82 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti